Durante la presentazione della nuova console Nintendo Switch, la casa giapponese aveva evidenziato l’intenzione di lanciare un servizio online che permette ai giocatori di poter usufruire di un’esperienza ottimale nel multiplayer. Tuttavia, l’intenzione di far pagare l’accesso a questi strumenti ha fatto storcere il naso a molti fedelissimi della Nintendo. Sebbene la casa giapponese offrirà, anche, un gioco gratis al mese in noleggio per un certo periodo, i giocatori avrebbero preferito che i servizi online della Nintendo rimanessero gratuiti.

All’interno di questa discussione si è, infilata, però, proprio la Nintendo che ha provato a raccontare il perché deve far pagare un abbonamento per l’accesso ai servizi online.

Il motivo è semplice ed è da ricercarsi nel fatto che gestire i server costa, soprattutto se è necessario offrire un’esperienza d’uso ottimale in multiplayer.

Gestire giochi complessi come potrebbero essere Smash Bros. o Mario Kart, richiedono ingenti risorse hardware che la Nintendo da sola non può affrontare. Ecco perché chiederà un “contributo” ai giocatori per poter accedere a tutti gli strumenti online della Nintendo Switch.

Si evidenzia che al momento non si conoscono i prezzi dell’abbonamento ai servizi online della Nintendo per la sua console Nintendo Switch. In ogni caso, l’accesso a questa piattaforma rimarrà gratuito sino al prossimo autunno.