Alcune primi possessori della Nintendo Switch avevano iniziato a lamentarsi di un problema di sincronizzazione del JoyCon di sinistra dalla console che diventava, sostanzialmente, inutilizzabile. Dopo alcune settimane dal sorgere dei primi casi, Nintendo si è espressa ufficialmente sul caso, ammettendo il problema ma specificando, anche, che trattasi di un problema limitato che ha colpito pochi utenti. La casa giapponese ha affermato di avere il caso sotto controllo e di aver pronta una risoluzione.

In effetti, la casa giapponese ha anche sottolineato di essere risalita al problema del JoyCon di sinistra che sarebbe da ricercarsi ad alcune variazioni introdotte nel processo di fabbricazione. Dunque, a causa di un problema di realizzazione in fabbrica, alcuni JoyCon hanno iniziato a presentare alcuni problemi di interferenze wireless che li hanno resi inutilizzabili. Nintendo ha spiegato poi che questo problema non si dovrebbe più presentare in quanto queste variazioni di produzione sono state corrette.

Dunque, i JoyCon che saranno costruiti da adesso in poi non presenteranno più questo problema. Nel caso, invece, un cliente dovesse rilevare il problema, Nintendo invita a contattare l’assistenza tecnica che provvederà a risolverlo nel migliore dei modi.

Nintendo, dunque, mette immediatamente fine ad una piccola polemica sulla qualità della Nintendo Switch che era sorta già a pochi giorni dal suo debutto. La Nintendo Switch è disponibile in Italia a 329 euro.