Fra alti e bassi, problemi hardware e voti stratosferici per la killer application The Legend of Zelda: Breath of the Wild, Nintendo Switch non sembra aver ancora convinto gli sviluppatori di terze parti.

Stando ad un sondaggio condotto all’ultima GDC, kermesse dedicata agli sviluppatori di videogioco, solo una piccolissima parte di developer starebbero lavorando a titoli per Nintendo Switch. Se al primo posto troviamo PC con il 53% delle preferenze, Switch è il fanalino di coda con il solo 3%. Ovviamente si tratta di un dato che va preso assolutamente con le pinze, anche perché – nonostante sia stato condotto su un campione di 4500 team di sviluppo -la console è disponibile sugli scaffali dei negozi da pochissimo tempo.

Dietro al PC, che stravince con il 58% dei voti, si posizionano smartphone e tablet con il 39% dei voti, 27% PlayStation 4, un impensabile 24% per la realtà virtuale, 22% per Xbox One. Nintendo Switch registra un solo 3%, dietro persino ad Apple TV. Per evitare il triste destino di Wii U, è necessario che una significativa mole di sviluppatori comincino ad interessarsi alla neo arrivata Nintendo Switch.