Secondo uno sviluppatore, precisamente il creative director di Oceanborn: Monster of Uncharted Seas, Heikki Repo, l’hardware di Nintendo Switch sarebbe già vecchio.

Repo valuta datato l’aspetto tecnico della console di casa Ninntedo, ma non per questo la boccia e, anzi, spiega che sviluppare per Switch è stato piacevole, anche se la software house per cui lavora sviluppa soprattutto per iOS.

“Nintendo Switch – spiega Heikki Repo – è già un hardware vecchio di un paio d’anni, perciò gli ultimi dispositivi iOS che usiamo per i nostri sviluppi sono già molto più potenti di Switch. Ma sviluppare prima di tutto su mobile aiuta molto e Oceanhorn 2 sarà fantastico Switch, quando arriverà il suo momento.”

Nintendo Switch: come vanno le vendite?

Se l’hardware della console ibrida della grande N non è certamente da top di gamma, fa sicuramente impressione invece il successo commerciale: Nintendo Switch – come riporta la stessa società durante la presentazione dei risultati finanziari – ha raggiunto quota 4,7 milioni di unità vendute dal lancio, avvenuto a inizio marzo.  Stando invece al lato software, sono stati venduti 13,60 milioni di giochi. Tutta un’altra storia, decisamente, rispetto al predecessore Wii U che, lanciato sul mercato a novembre 2012, ha venduto in complesso 13,56 milioni di unità. Facendo un semplice conteggio, si evince che Switch in soli cinque mesi sarebbe già arrivato ad un terzo delle vendite di Wii U.

Risultati davvero ottimi,anche se il record di Wii, capace di superare le 100 milioni di unità, sembra davvero inarrivabile.