Secondo quanto riportato dal sito web giapponese Nikkei.com, la prossima console Nintendo, al momento conosciuta con il nome in codice NX, potrebbe essere basata sul sistema operativo Android.

Seppur l’affidabilità della fonte sia comprovata (Nikkei ha preso la notizia da un dirigente Nintendo), si tratta di un rumor che va preso assolutamente con le pinze. Secondo le indiscrezioni, la scelta del colosso di Kyoto di utilizzare il sistema operativo mobile per la sua prossima macchina da gioco rappresenta la volontà di sfruttare l’ambiente Android per coinvolgere il maggior numero possibile di software house di terze parti al progetto Nintendo NX.

Questo perché con l’attuale console di punta, Wii U, Nintendo ha assistito a diversi team di sviluppo tirarsi indietro e dover quindi supportare praticamente da sola il parco titoli della propria ammiraglia. Dopo più di vent’anni di sistemi operativi proprietari, la scelta di Nintendo di optare per un sistema di terze parti – in caso venisse confermata ufficialmente – è qualcosa di rivoluzionario e estremamente significativo.

La scelta però di una piattaforma non nata principalmente per il gaming come Android potrebbe rappresentare comunque una scelta rischiosa, anche se è probabile che Nintendo metterà le mani sul sistema operativo rendendolo il più possibile appetibile per gli sviluppatori di videogiochi.