Android Police ha intercettato le prime immagini promozionali della versione bianca di Nexus 4, lo smartphone che dovrebbe sostituire l’edizione precedente: ho appena prenotato quello nero, che in Italia non è introvabile come pensavo. Certo, il prezzo di 413€ non corrisponde ai $299 dell’edizione statunitense. Quello bianco, comunque, è atteso per il 10 giugno e conferma le caratteristiche del predecessore. Non sarà distribuita una variante da 32Gb, insomma. Installerà Android 4.2.2, allontanando le tante indiscrezioni su 4.3.

La differenza sostanziale sarebbe nel supporto alla tecnologia LTE, assente dall’attuale device in distribuzione. Basterà ad attrarre i consumatori? Il colore non piace a tutti, ma non è l’aspetto più interessante: Google non ha annunciato l’aggiornamento del sistema operativo a I/O 2013, preferendo innovare i servizi a esso correlati, né ha presentato un nuovo dispositivo. Secondo me, la versione per gli sviluppatori di Samsung Galaxy S4 è abbastanza inutile. Serve davvero un altro Nexus? Forse, servirebbe una politica diversa.

È possibile che HTC distribuisca la nuova versione di One, senza Sense: la Read-Only Memory (ROM) personalizzata che caratterizza gli altri dispositivi dell’azienda. Potrebbe essere identificato come un Nexus, ma non sarebbe prodotto dalla collaborazione diretta con Google. Questa, forse, è la notizia più interessante. Anziché ideare degli smartphone a sé, il brand dovrebbe riguardare ogni device che installi la ROM predefinita. Risolverebbe la frammentazione di Android più della produzione dedicata che ha scadenze predefinite.

Photo Credit: John Karakatsanis via Photo Pin (CC)