La notizia non è ancora ufficiale, ma pare proprio che Facebook stia pensando di implementare il suo servizio di chat, Facebook Messenger, per gli editori. Perché, in fin dei conti, l’editoria digitale non smette mai di sorprendere e il mondo internet si evolve ad una velocità unica ed incredibile.

Motivo per il quale, secondo quanto viene riportato da Marketing Land, il social network di Mark Zuckerberg starebbe lavorando su un programma che, in automatico, generebbe contenuti che andrebbero a finire sulla chat dell’utente. Le sorprese, dunque, sono sempre dietro l’angolo e Facebook si dimostra essere ancora una volta azienda dinamica e dalle mille risorse.

Aprire la chat Messenger agli editori vorrebbe dire dare loro un nuovo modo di veicolare i rispettivi messaggi commerciali e, per il Social Network, una nuova forma di monetizzazione. Una scelta vincente per tutti, forse anche per gli utenti: molto dipenderà da quanto sarà invasiva questa nuova funzione, che dovrebbe essere pronta per il mese di aprile.

Ma questa apertura di Facebook Messenger verso gli editori bisogna inquadrarla anche in un’ottica maggiore, ovvero nell’idea dell’azienda di far diventare il proprio servizio di messaggistica un universo separato dal social network puro. Che abbia una moltitudine di servizi e che non si fermi alla singola chat.

Dal lato tecnico, il software in evoluzione permetterebbe agli sviluppatori di creare un programma che genera contenuti in automatico, chiamato chatbot. Il servizio prevederebbe una ricezione, da parte dell’utente, di estratti di una storia su Messenger, con un rimando al link della notizia principale sul sito della testata. La novità potrebbe essere presentata già alla conferenza degli sviluppatori di Facebook (F8) che si terrà il prossimo 12 e 13 aprile.