La Apple non è più l’azienda di una volta, quella del grande Steve Jobs, adesso deve fare i conti con una concorrenza spietata e con l’assenza del genio del suo fondatore. Ecco allora che si capisce la necessità di rinverdire periodicamente le menti con qualche novità. 

Apple ha detto che è necessario attivare un cambiamento profondo nell’azienda al fine di incrementare la collaborazione tra hardware, software e servizi.

Una decisione che per la Apple davvero non ha precedenti perché adesso il cambiamento coinvolge anche diversi manager. Sicuramente ci sono persone che dovranno cumulare più ruoli ed altre che diranno addio alla Mela morsicata.

Per esempio, si sa che la Apple dovrà dire addio a Scott Forstall che per anni è stato alla guida della business unit dedicata allo sviluppo del sistema operativo iOS, adottato da iPhone, iPad e iPod touch. Forstall, nell’ultimo periodo, ha avuto un po’ di discussioni legate al divorzio da Google e ai problemi con le mappe.

Forstall è stato molto importante per la Apple, anche se negli anni della guida di Jobs, il carisma di Steve l’aveva un po’ marginalizzato. Il suo talento è stato comunque riconosciuto da molti, tanto che alla morte di Jobs, qualcuno pensava che fosse proprio lui il candidato alla successione.