ItalianShare è stato posto sotto sequestro dalla Guardia di Finanza, chiuso quello che veniva definito “l’Esselunga” della pirateria digitale”.

I numeri di ItalianShare.net sono sbalorditivi, 136.000 iscritti, e oltre 31.000 Link a opere protette dal copyright suddivisi per categorie, sotto possiamo leggere il comunicato stampa con cui è data la notizia:

Esprimiamo il nostro apprezzamento per la brillante operazione condotta dai militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Agropoli, coordinati dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Vallo della Lucania, Dott. Renato Martuscelli, che hanno sottoposto a sequestro il network illegale ItalianShare, definito dalle Forze dell’Ordine un vero e proprio supermarket della pirateria digitale”.

La gestione del network incriminato era “comandata” da un uomo di quarantanove anni che celava la sua vera identità dietro il nickname “Tex Willer”, l’uomo aveva messo in piedi un sistema di gestione delle movimentazioni finanziarie derivanti dall’incasso pubblicitario veramente articolato.

Le indagini sono ancora in corso e le autorità stanno cercando i collaboratori di “Tex Willer” perché grazie alle nuove norme sono passibili di severe sanzioni di carattere penale, l’operazione è stata solo un antipasto di quello che si sta cercando di fare per contrastare la pirateria sul Web e nello specifico in Italia.

Moltissimi altri siti nei prossimi mesi, sono certo, che saranno oscurati per non intaccare le casse delle Major Musicali e cinematografiche.