Netflix si starebbe preparando ad aumentare i prezzi degli abbonamenti Standard e Premium. Nello specifico, il primo piano consente la fruizione dei contenuti in HD, il secondo consente di poter visualizzare film e serie tv anche in 4K. L’aumento sarebbe contenuto ed avrebbe validità dal prossimo mese di novembre. I costi salirebbero, dunque, da 9,99 dollari a 10,99 dollari per l’abbonamento Standard e da 11,99 dollari a 13,99 dollari per l’abbonamento Premium.

L’abbonamento Baisc, quello che permette di visualizzare i film in bassa risoluzione, non aumenterà e rimarrà fermo a 7,99 dollari. I rincari, all’inizio, sembravano riguardare solamente il mercato americano. Tuttavia, sono poi arrivate segnalazioni anche dall’Inghilterra, dall’Olanda, dalla Francia e dalla Germania.

La sensazione è, quindi, che i rincari saranno generalizzati e riguarderanno tutti i paesi in cui Netflix è presente. In Italia non ci sono state ancora segnalazioni in tal senso ma è probabile che Netflix aggiorni anche il listino italiano. Se ci sarà un aumento anche in Italia, l’abbonamento Standard dovrebbe passare a 10,99 euro e quello Premium a 13,99 euro. DDay, inoltre, conferma che i rincari arriveranno in Italia molto presto e quindi all’annuncio ufficiale mancherebbe molto poco. L’aumento dovrebbe scattare il 9 ottobre.

Netflix ha voluto giustificare gli aumenti sottolineando che di tanto in tanto aggiusta il suo listino per poter inserire nuovi show televisivi, introdurre nuove funzionalità e migliorare l’esperienza di visione.

In altri termini, le maggiori entrate serviranno per finanziare la produzione di contenuti esclusivi. Effettivamente, in questo settore il colosso della TV su Internet sta investendo molti soldi. Nel 2018 potrebbe arrivare a spendere sino a 6 miliardi di dollari per la creazione di contenuti originali.