Sfatiamo un mito: l’anonimato su internet non esiste, se non con particolari browser per navigare il dark web, come Grams. Per il resto dei browser, e per tutte le persone che utilizzano i quelli più popolari (Chrome, Internet Explorer, Mozilla ecc.), il vero anonimato non esiste. O meglio, esiste si l’anonimato, ma solo parzialmente. Vediamo ora nella fotogallery come entrare in modalità anonima su Google Chrome.

Come abbiamo potuto vedere nella gallery, entrare in modalità anonima è molto semplice, e lo è ancora di più utilizzando la scorciatoia da tastiera Ctrl+Maiusc+N, tra l’altro suggerita all’apertura del menù personalizzazione di Google Chrome. Leggendo con attenzione però ciò che appare appena entrati in modalità in incognito, vedremo che il messaggio è molto chiaro.

D’accordo, siamo in modalità anonima, adesso le pagine che visualizzeremo non verranno salvate nella cronologia, né tra le ricerche già effettuate, e tutto ciò verrà eliminato nel momento in cui chiudiamo l’ultima scheda in modalità in incognito. Allo stesso tempo, però, la seconda parte dell’informazione ci ricorda che così non siamo invisibili, nel senso che il provider del nostro servizio internet non sarà all’oscuro delle pagine visitate, né lo sarà un eventuale datore di lavoro, o un sito che noi visiteremo.

Seguite Andrea Careddu su Google Plus Twitter