Passato il Natale, è il momento di tirare le somme ed analizzare quali siano stati i prodotti tecnologici più presenti sotto l’albero. Come lo scorso anno il verdetto è molto chiaro, a dominare è Apple. All’azienda di Cupertino è riconducibile infatti il 49,1 percento delle attivazioni di dispositivi mobile effettuate nei giorni dal 19 al 25 dicembre, ovvero nella settimana di Natale. Un domino netto, anche se leggermente in calo rispetto allo scorso anno (-2,2 percento), che tradotto in termini concreti significa che quasi uno su due dei pacchetti contenenti dispositivi mobili sotto l’albero conteneva iPad o iPhone.

Come riporta AppleInsider le cifre provengono da Flurry, società d’analisi dati di proprietà Yahoo, e dallo stesso report emerge che subito dopo la Mela il secondo posto nelle vendite natalizie appartiene a Samsung con il 19,8 percento delle attivazioni, il 2,1 % in più rispetto al 2014, raccogliendo in pratica gli acquirenti persi da Apple. Terzo posto nella classifica per Nokia, che passa però dal 5,8 al 2 percento continuando la propria discesa in attesa di rilanciare il brand. In seguito troviamo LG (1,7 percento) e Xiaomi (1,5 percento).

I dati ci mostrano come la domanda di phablet stia progressivamente aumentando, arrivando questo Natale ad rappresentare il 27 percento dei dispositivi attivati, anche se le dimensioni medie restano sempre dominanti con il 63 percento delle attivazioni. I piccoli dispositivi sono sempre più esclusi con un piccolo 1 percento, ed infine i tablet chiudono il cerchio con il 9 percento.

Nonostante la crescita dei phablet però anche all’interno di Apple si conferma la fedeltà dei consumatori alle dimensioni più contenute: il 65 percento dei device iOS attivati sono infatti gli smartphone da 4,7 pollici iPhone 6s e iPhone 6. Interessante notare però che la crescita dei phablet dalle grandi dimensioni vada a discapito dei tablet, e non degli smartphone più piccoli. Non ci resta ora che vedere quali saranno i risultati delle vendite della Mela nei prossimi mesi.