Se non sei trendy, faresti meglio a farti un giretto altrove nei meandri del web. Se invece sei una (o pure un) fashion victim, è il luogo della Rete che fa per te. Hai un annoso dilemma tra ballerine o tacco 15? ShoeAdvisor, non solo ti dà una mano, ma ti dischiude un vero e proprio paradiso della scarpa, dove, è da presumere, il gentil sesso in particolar modo rischia di perdere la testa.

Ok, da Facecook, il social dedicato tutto alla cucina, fino a tanti altri tematici, ora ce né per tutti. Ma qui c’è da spassarsela. ShoeAdvisor nasce dalla creatività di Valeria Re, startupper classe 1983, laurea in Bocconi nel 2007 e sette anni di esperienza in marketing e ecommerce, con il supporto di Enrico Filippi, esperta delle dinamiche web.

Insomma, eccovi servito il vero primo spazio social “scarparo”: foto, modelli, discussioni. C’è da sbizzarrrirsi. Avete comprato uno stivale ma ora che lo indossate vi sentite ridicole? Shoeadvisor magari non ha la bacchetta magica per far mutare sembianze allo stivale, ma può sbrogliarvi la matassa con preziosi consigli.

“Una sera, lo scorso anno, un’amica ed io ci ritrovammo con lo stesso paio di sandali ma opinioni diverse relativamente alla loro comodità”, racconta la creatrice, Valeria Re.  ”Pensai che non esistesse un luogo virtuale per confrontarsi su queste tematiche. Perché, allora, non sfruttare le immagini di scarpe, che, per esempio, vengono continuamente condivise sui social network, come strumento per creare vere e proprie recensioni? Da qui l’idea di ShoeAdvisor”. In una fase in cui social e commercio vanno a braccetto, bisogna dire che l’idea fa gola a parecchi.

Integrazione con i principali social network, profilo personale che raggruppa tutte le immagini caricate dall’utente, comparazione di calzature dello stesso brand, e spazio “i miei preferiti”: ce n’è per tutti i gusti. Se siete fissati, ovvio.