L’utilizzo del denaro su internet è ormai diventata cosa di tutti i giorni e PayPal, azienda leader in questo settore, ha deciso di proseguire nel suo cammino di offrire sempre più scelte per i suoi clienti annunciando la nascita di PayPal.Me.

Si tratta di una nuova soluzione, totalmente gratuita, che permetterà ai privati di scambiarsi piccole somme di denaro in maniera semplice e veloce; un nuovo passo avanti nell’abolizione del denaro contante, una nuova frontiera che supera i classici canoni dei pagamenti anche nelle cose più semplici.

Prestare denaro tra privati

Il servizio, che sarà disponibile per il mercato italiano da oggi, 1 settembre, permette in sostanza di ricevere prestiti, restituzioni o raccogliere piccole quote per regali di gruppo o piccole raccolte fondi per viaggi di nozze o simili senza più bisogno di contanti, bonifici o agenzie intermediarie.

Il sistema permette agli utenti PayPal di creare una URL personale (paypal.me/mariorossi) da condividere tramite SMS, email, social e qualsiasi altro strumento di comunicazione digitale, per richiedere del denaro.

Non si tratta di un cambiamento radicale, ma piuttosto di una semplificazione delle operazioni già a disposizione degli utenti del web. Nel caso specifico di PayPal, va ad aggiungersi al servizio finora offerto ai suoi utenti, che potevano accedere alla richiesta di denaro solo una volta collegatisi online al proprio account PayPal. Da adesso basterà condividere un semplice link.

Il nuovo servizio ovviamente non è casuale. PayPal ha infatti presentato una ricerca, denominata Global Pay Me Back Study, che cerca di fare nuovamente chiarezza su quelli che sono i comportamenti delle persone nei confronti del denaro via web. Il risultato di questo studio, condotto da Koski Research su un campione di 4.000 partecipanti tra Stati Uniti, Germania, Canada e Australia, è che solo l’anno scorso l’ammontare dei prestiti fatti dalle persone a parenti e amici su scala mondiale si è attestato sui 51 miliardi di dollari, raggiungendo un valore medio a persona di circa 450 dollari. Cifre da capogiro, quasi un sottobosco inesplorato che mai avremmo pensato di poter scardinare.