Dopo il successo al CES di Las Vegas, la francese Miraxess si è presentata anche al Mobile World Congress di Barcellona dove ha mostrato Mirabook, un notebook che funziona anche da estensione per lo smartphone (un po come fa Microsoft con Continuum per smartphone Windows 10).

Mirabook è un computer portatile compatibile con smartphone Windows 10 Mobile (che supportano Continuum) ma anche con quelli dotati di sistema operativo Android. Il laptop si collega al cellulare tramite una connessione USB Type-C e, una volta sincronizzato con lo smartphone, proietta immediatamente sul suo schermo da 13,3 pollici l’interfaccia di Windows Mobile o Android.

Una novità importante annunciata al Mobile World Congress 2017 è che Miraxess ha stretto una collaborazione con DisplayPort per portare nei suoi computer Mirabook la compatibilità con l’omonima tecnologia, visto che si tratta di uno standard che sta prendendo molto piede nel settore mobile in sinergia con USB Type-C. In questo modo Mirabook sarebbe più facilmente compatibile con più prodotti e permetterebbe prestazioni superiori rispetto al “vecchio” Display-link, con un utilizzo inferiore del 30% della CPU e maggiore fluidità dell’immagine.

DisplayPort tramite USB-C è una soluzione utilizzata dalla maggior parte dei grandi marchi di smartphone: Acer, Asus, HTC, Microsoft LG, e tanti altri. Mirabook sarà quindi compatibile con la maggior parte degli smartphone di queste marche, così come il top di gamma di prossima uscita Samsung Galaxy S8“Inevitabilmente – spiega Yanis Anteur, CEO di Miraxess – lo smartphone ha fatto scomparire il PC, rendendo la sincronizzazione dei dati un problema del passato. Se lavoriamo con i migliori partner, faremo il computer perfetto “.

Mirabook verrà finanziata tramite il crowdfunding e dovrebbe essere disponibile dopo l’estate al prezzo di 299 euro.