BARCELLONA – Ho voluto dedicare al Sony Xperia Z2 un post tutto suo perché mano a mano che ne scrivevo mi sono reso conto che al di là dell‘iPhone 5S questo è l’unico prodotto che nell’ultimo anno mi ha un po’ sorpreso. A rischio di passare per amico dei giapponesi, devo ammettere che ieri nello stand di Sony al Mobile World Congress di cose interessanti ne ho viste diverse, ma niente al livello dello smartphone.

Lo Smartband di Sony è lo smartwatch che forse più si avvicina a quello che vedremo da Apple. E che, io suppongo, detterà poi la linea. Cioè non è uno smartwatch, ma abbiamo deciso di chiamarlo così chissà perché. In realtà siamo davanti all’ennesimo braccialetto che interagisce con lo smartphone raccogliendo dati da questo. Dovrebbe costare intorno al centinaio di euro: sono soldi che sarei disposto a spendere per la semplice applicazione sveglia. Un’app all’interno dello smartphone raccoglie dati sul nostro sonno e cerca di svegliarci al momento più opportuno con una semplice vibrazione. Chi ha problemi ad alzarsi dal letto la mattina sa cosa vuol dire combattere con decine di suonerie moleste prime di alzarsi: può essere questa la soluzione? Chissà… Il braccialetto di Sony raccoglie anche altri dati particolarmente utili per chi fa sport, anche se non ne vedo un grandissimo vantaggio: alla fine lo smartphone (Xperia) te lo devi sempre comunque portare dietro. Sony punta anche sull’indossabolita dell’oggetto: lo Smartband è un oggetto da abbinare ai tuoi vestiti e per questo ce ne sono svariati modelli. Ecco no, questo mi sembra davvero esagerato.

I giapponesi hanno in catalogo anche uno smartwatch vero e proprio, lo Smartwatch 2 SW2 appunto, che però non ho visto. Questo non si occupa di raccogliere e trasmettere informazioni allo smartphone, ma permette di consultare le notifiche che riceviamo da questo. Ci puoi anche controllare la musica e rispondere al telefono. Carino, utile, essenziale, resistente all’acqua e con uno schermo in grado di essere letto anche sotto la luce del sole. Se ne parla troppo poco e mi chiedo perché. Sarà che questa cosa degli smartwatch interessa davvero poche persone? Vado contro corrente: non ho ancora visto un prodotto “comodo” come lo vorrei, ma è più questo che il braccialetto quello di cui penso che avrei/avremmo bisogno.

Una cosa su cui Sony non mi ha mai convinto è il tablet. Questa volta con l’Xperia Z2 tablet i giapponesi hanno però compiuto un deciso balzo in avanti. Il prodotto è sottilissimo, elegante e leggero (426 grammi). A livello tecnico le specifiche sono pressappoco quelle dello Z2 smartphone, fatta eccezione per la fotocamera (questa è da 8 megapixel). Il problema sorge con la struttura dello schemo. Ottimo, per carità (sono 10,1 pollici con risoluzione 1920×1200), ma la cornice che l’avvolge è decisamente ampia e rovina il design, rendendo il dispositivo grosso quel tanto che basta per risultare scomodo da gestire. Sempre a livello di scelte di design non condivido la decisione di mantenere il drawer delle app in uno degli angoli alti dello schermo, soluzione però che tanti produttori di tablet Android stanno adottando. Se non potete portarvi in vacanza la Playstation o il televisore, questo è un ottimo sostituto per entrambi. Non riesco però a vederlo come strumento di lavoro per la poca maneggevolezza. Le premesse per realizzare un ottimo prodotto ci sono: ne riparliamo fra un anno.

Una cosa divertentissima che ho potuto fare all’interno dello stand di Sony è stato giocare su uno smartphone Xperia con uno dei nuovi pad della Playstation 4. Ecco che ritorna utile il tablet di cui sopra. Te lo porti in vacanza, colleghi (tramite Bluetooth o cavetto usb) il Dualshock e continui a giocare come se fossi a casa grazie all’app PlayStation Mobile, sfruttando i benefici del nuovo audio e le qualità video dei nuovi prodotti della linea Xperia. Se non hai il tablet, ma nella casa di vacanza hai una televisione moderno, puoi utilizzare lo smartphone Xperia come console, collegare il tuo Dualshock a quello e giocare sulla TV.

20140225-230423.jpg

20140225-230430.jpg

20140225-230443.jpg