È iniziato il Mobile World Congress (MWC) 2013 di Barcellona e, tra le novità più interessanti, emerge un esperimento di Ericsson e Mozilla su WebRTC: l’infrastruttura open source di Google per le video-chiamate sul browser. Come abbiamo visto all’inizio del mese, Firefox e Chrome possono già comunicare fra loro a patto che entrambi gli utenti siano connessi a internet. E se, invece, volessimo interagire con le linee telefoniche più tradizionali? Web Communication Gateway di Ericsson smisterà le telefonate effettuate da WebRTC.

Il progetto mostra come sia possibile associare un numero di telefono esistente a WebRTC, ricevendo o effettuando chiamate dal browser alle classiche linee telefoniche o viceversa. Ovviamente, questa possibilità è legata a Firefox OS: il sistema operativo di Mozilla sugli smartphone che al MWC 2013 è protagonista, per la prima volta, in Europa. La soluzione offerta da Ericsson in collaborazione con AT&T permette a WebRTC di raggiungere un livello addirittura superiore a quello di Skype perché aggiunge gli SMS ed MMS dal browser.

Qual è il vantaggio per i consumatori? In pratica, Mozilla sarà in grado d’abbattere definitivamente le barriere fra VoIP e reti telefoniche tradizionali con WebRTC: sia le video-chiamate, sia i messaggi di testo o multimediali potranno essere gestiti allo stesso modo dal browser o con lo smartphone. Una possibilità destinata a cambiare definitivamente le proposte degli operatori telefonici. La connettività, infatti, ha assunto un’importanza superiore al traffico telefonico. Firefox OS potrebbe inserirsi nel mercato di Android.

Photo Credit: Fabricio Zuardi via Photo Pin (CC)