È un MWC 2013 davvero bollente quello a cui stiamo assistendo in queste ore. ASUS durante la sua conferenza programmata ha presentato due nuovi terminali: il FonePad e il Padfone Infity. Il successore del Padfone 2, presentato a Giugno del 2012 è stato presentato assolutamente a sorpresa ed è pronto a conquistare quella fascia di utenza che ha apprezzato il primo Padfone.

Il concept del dispositivo è molto simile a quello del Padfone 2, con la principale differenza che non è disponibile alcuna dock supplementare. ASUS ha deciso di puntare al binomio tablet-smartphone, una accoppiata vincente sopratutto se questi presentano specifiche da urlo. Padfone Infinity monta un processore quad-core Qualcomm Snapdragon 600 da 1.7GHz – lo stesso di HTC One di cui ci ha parlato Alessio qualche giorno fa- un display da 5″ fullHD con risoluzione 1920×1080 e una densità di 441ppi, 2 GB di memoria RAM, fotocamera posteriore da 13 megapixel, fotocamera frontale da 2 megapixel, supporto LTE con connettività completa con WiFi, Bluetooth 4.0, NFC, A-GPS ed infine, come OS abbiamo Android 4.2 Jelly Bean. La PadFone Infinity Station presenta un display da 10.1″ con risoluzione 1920×1080 pixel ed una batteria da 5.000 mAh.

Un dispositivo o meglio un binomio di dispositivi davvero interessante. A colpire come al solito è il prezzo del dispositivo: 999 euro. Sicuramente non un prezzo alla portata di tutti. Anzi, io lo definirei un po’ eccessivo visto il trend del mercato che vede proporre nuovi prodotti non al di sopra di un certo prezzo. ASUS innova e sfonda la barriera del prezzo. Anche se il successo pare annunciato e scontato visto i prodotti di qualità che ASUS ha sfornato in questi ultimi mesi. Questo ASUS Padfone Infinity mi attira parecchio e mi piacerebbe  provarlo con mano.

photo by The Verge