È stata una domenica all’insegna della musica, ieri. Nokia ha annunciato l’imminente disponibilità di Music+: un servizio a pagamento per lo streaming e il download delle tracce musicali che integra il negozio virtuale Nokia Music e la gratuita Mix Radio. In Europa sarà offerto a 3,99€ al mese, ma il prezzo potrebbe variare a seconda del territorio. Non so perché, però ho la sensazione che in Italia costerà di più. Music+ è compatibile con gli smartphone Lumia su Windows Phone e distribuirà anche un’applicazione per il desktop.

Contemporaneamente, Samsung ha confermato che Music Hub sarà esteso ai dispositivi della concorrenza e a quelli più datati della stessa società. Al momento, l’applicazione è disponibile soltanto su Samsung Galaxy SIII e Note II: a differenza del prodotto di Nokia, Music Hub è un music locker che permette d’accedere ai brani già acquistati o di comprarli sul negozio virtuale di Samsung dalla cloud. È gratuito e non prevede la possibilità d’ascoltare musica in abbonamento, ma proprio come Music+ propone un uploader per il desktop.

Quello della musica online è un argomento particolarmente attuale. Artisti, gruppi ed etichette hanno un’alternativa grazie a Soundreef che compete con la SIAE sulla gestione dei diritti e distribuisce musica nei centri commerciali. I consumatori non dovranno attendere molto perché AGCOM presenti il nuovo regolamento sul copyright. Nokia è tornata a guadagnare nel periodo natalizio coi nuovi Lumia e Windows Phone 8, Samsung ha confermato la propria “crescita” a livello internazionale: Music+ e Music Hub sono da tenere d’occhio.

Photo Credit: Ines Saraiva via Photo Pin (CC)