Mozilla porta la realtà virtuale sui browser web. Già la scorsa estate, l’azienda ha lanciato una versione sperimentale di Firefox con supporto per applicazioni web che utilizzano la realtà aumentata attraverso gli Oculus Rift. Ora il supporto viene allargato, con update contenenti lo stesso arrivati nei canali delle versioni Nightly e Developer di Firefox.

Come riporta TechCrunch, la realtà virtuale rappresenta (almeno potenzialmente) per Mozilla un business molto interessante, considerando che ancora si tratta di un campo in via di esplorazione, e nel quale dunque c’è ancora molto spazio per idee e invenzioni di successo, e non per niente tutte le grandi aziende tecnologiche si stanno buttando proprio nella realtà aumentata, mentre il mercato globale attende ancora un modello economico di questo tipo di dispositivi, che potrebbe secondo rumors passati arrivare in una versione di Oculus Rift VR.

Per portare avanti il progetto che lega realtà virtuale e navigazione da browser web, Mozilla ha creato WebVR, un’API sperimentale che semplifica notevolmente il collegamento tra browser e dispositivi per la VR (virtual reality). Per ora l’associazione è effettuabile solo con Oculus Rift VR, ma pare che l’azienda sia al lavoro per supportare presto anche Linux, Firefox per Android e Google Cardboard. Non resta che attendere ulteriori sviluppi per poter affermare se quella di Mozilla, puntare sulla WebVR, si rivelerà o meno una mossa azzeccata.

photo credit: mozillaeu via photopin cc