Eccoci alla resa dei conti: a quanto pare Motorola ha deciso di fare sul serio e dopo aver annunciato e stra-annunciato il suo Motorola XPhone ha cominciato a fare, per così dire, la ristrutturazione della facciata, cambiando il logo. Ovviamente all’interno del logo campeggia la solita M che siamo ormai abituati a vedere, mentre il resto dello storico cerchio è completamente rivisitato: abbiamo spazio vuoto, scontornato da un circolo suddiviso in tanti spicchi pieni di colori Google.

La palette è inequivocabile. Il sottotitolo anche: “a Google company” simboleggia l’apertura di un nuovo ciclo per l’azienda, che a questo punto rafforza la propria appartenenza all’ecosistema Big G, e la propria forza in questo ambiente, pronosticata proprio da Guy Kawasaki qualche tempo fa, come ci scriveva Silvio Gulizia.

Che cosa possiamo aspettarci? È molto semplice: che Motorola diventi a questo punto una vera partner, producendo smartphone Google Experience, e consegnandoci un’esperienza utente senza paragoni sia per quanto riguarda il sistema operativo, sia per quanto riguarda il device.