Google sta diventando più cool di Apple. Dopo la conversione ad Android di Robert Scoble, guidata dal fascino dei Google Glass, un altro fanboy ha mollato la nave. Peggio: a traversare il guado è stata una delle persone che maggiormente ha contribuito alla diffusione dei Mac, Guy Kawasaki, una delle nove persone insignite del titolo di Apple Fellow per aver contribuito alla diffusione della mela.

Guy è stato per parecchi anni chief technology evangelist di Apple, ma recentemente aveva già dato segno del proprio innamoramento per Google. Autore già di The Macintosh way (1990), oggi Kawasaki scrive What the plus, libro dedicato alla comprensione e diffusione di Google Plus. È lui l’evangelizzatore delle cerchie.

Dunque Guy è passato a Motorola, l’azienda acquistata un anno fa da Google e che si appresta a presentare insieme a Mountain View X Phone, il nuovo googlefonino che minaccia seriamente la diffusione del Samsung Galaxy S4. Guy farà infatti l’advisor per Motorola occupandosi di product design, user interface, marketing, e social media. Per cominciare, ha creato una community su Google Plus dedicata ai Mobile Devices.

Guy su Facebook ha spiegato così la sua decisione:

Motorola mi ricorda la Apple del 1998: un pioniere nel suo segmento di mercato, guidato dall’ingegnerizzazione e matura per innovare. Credo che i grandi prodotti possono cambiare ogni cosa. Per esempio, la creazione dell’iMac G3 (i Mac prodotti in colori come Bondi, Strawberry, Blueberry, Lime, e Grape) fu la svolta per Apple.

In quanto parte di Google, il cielo è l’unico limite di Motorola.

photo credit: Robert Scoble via photopin cc