Facebook sta lavorando ad un suo assistente virtuale che intende inserire in Facebook Messenger. L’assistente virtuale, chiamato provvisoriamente “Moneypenny“, si differenzierebbe dalle altre soluzioni simili come Siri, Cortana e Google Now perché non sarebbe votato alla produttività ma solo a consigliare gli utenti a trovare e comprare servizi e beni di consumo. Non è, tuttavia, ancora ben chiaro come il social network intenda integrare Moneypenny all’interno di Messenger e nemmeno come funzioni realmente l’assistente virtuale.

Indiscrezioni vorrebbero Moneypenny molto simile a servizi come Magic che permette agli utenti di acquistare servizi o beni di prima necessità semplicemente inviando un messaggio. Dunque, è possibile che in futuro gli utenti attraverso Messenger possano utilizzare Moneypenny per inviare un messaggio per effettuare acquisti di qualche tipo. Da valutare, però, come Facebook intenda gestire la logistica delle spedizioni, se cioè arriverà addirittura a creare una flotta di mezzi di consegna di sua esclusiva proprietà. Trattasi di un’eventualità remota ma non completamente impossibile.

Del resto, al timone di Messenger c’è David Marcus, ex CEO di PayPal che da tempo sta spingendo la piattaforma di messaggistica di Facebook verso servizi commerciali. Trattandosi di indiscrezioni, non è dato da sapere quando Moneypenny arriverà ufficialmente per tutti gli iscritti alla piattaforma. L’unica certezza è che al momento l’assistente virtuale del social network è in fase di sperimentazione all’interno di un gruppo ristretto di utenze.

Infine una curiosità. Facebook avrebbe scelto il nome di Moneypenny in onore dell’assistente di James Bond, Miss Moneypenny M., interpretata di recente dall’attrice Naomie Harris nel film Skyfall.