Il social network più popoloso del mondo vuole togliersi di dosso una serie di etichette “spiacevoli” che gli sono state attribuite nel corso degli anni. Quante volte abbiamo sentito dire: attenta a scriverlo su Facebook, perché poi… Ecco, adesso la storia cambia.

Facebook non è più quel social network monolitico e immutabile cui ci siamo abituati. Una serie di novità introdotte negli ultimi mesi, lo rendono uno strumento molto più elastico ed interessante rispetto al passato.

Uno su tutti: i commenti sono editabili. Cerchiamo di capire la dinamica di questo processo. Fino a questo momento Facebook ha dato la possibilità agli utenti di lasciare commenti, anche sbagliati, e di correggerli seguendo la procedura: cancella e riscrivi.

Oggi Mark Zuckerberg ha dato più spazio ai “ripensamenti” spiegano che si potranno aggiustare post e commenti senza doverli necessariamente cancellare. Ci sarà infatti una “matitina” al fianco del commento che offre l’opportunità di “modifica”. Una funzionalità ampiamente sperimentata da Google Plus.

I più maliziosi si aspettano la proliferazione di “commenti modificati” per mettere una pezza alle brutte figure, per celare i ripensamenti e così via. In realtà, non tutto sarà liscio come l’olio in questa operazione perché sui commenti rieditati apparirà la scritta “modificato” e Facebook terrà a mente tutte le modifiche introdotte.