Si scrive MobilityTech e si legge “concorso per hacker”, ma in realtà è molto di più: è un insieme di concorsi cui possono partecipare sicuramente i cosiddetti smanettoni, senza nulla togliere a quanti, esperti d’informatica, hanno una sensibilità raffinata per le tematiche ambientali. 

Oggigiorno, le applicazioni, sono il sale della vita tecnologica. Non passa un minuto senza che qualcuno pensi ad un’app per migliorare la propria vita e quella degli altri. Adesso, si fanno addirittura dei concorsi e l’Italia, in fatto di concorsi, è tra le più importanti.

Lo chiamano “concorso per hacker” ma in realtà è una cosa molto più importante e poco esclusiva. Si tratta di un pezzo dell’evento Mobilitytech 2012 che in Italia fa due tappe, una a Milano il 22 e 23 ottobre e una, in realtà c’è già stata a Napoli a giugno 2012.

I partecipanti al concorso avranno l’onere e l’onore di progettare un’applicazione per smartphone che serva a proporre da un lato dei percorsi che stimolano la ciclabilità urbana e dall’altra a scambiarsi informazioni tra gli iscritti al servizio sulle vie meno trafficate nel passaggio da un punto di partenza definito ad una meta stabilita.

Siccome fa molto gola avere a disposizione hacker abili e creativi, anche Renault e Siemens hanno pensato di fare un loro concorso all’interno dell’evento.