Finalmente sono arrivate… le ferie, intendo. Se siete allora appassionati di mobile photography starete già mettendo nei bagagli gli accessori indispensabili per scattare ottime foto con il vostro smartphone. Ma non solo di hardware è fatto un telefono, per parafrasare un celebre detto.

Allora che stiate partendo per il mare o per la montagna, ecco le cinque app per scattare foto da urlo che non possono mancare nel vostro carnet:

- Filterstorm: è sicuramente l’app che personalmente utilizzo di più; molto versatile ha in sé la potenza di Photoshop con la velocità d’uso e l’immediatezza del touch. L’interfaccia è migliorabile e ci si mette un po’ a capire dove trovare le feature ma una volta ingranato, magari leggendo un tutorial dedicato, non si torna più in dietro. In termini di usabilità, continuo a preferire la release 1 a quella 2 che è stata rilasciata da poco.

- Snapseed: è forse l’app di fotoritocco più diffusa dato che è gratuita ed è disponibile sia per iOS che per Android. Per molti aspetti la ritengo ridondante rispetto a Filterstorm poiché fa praticamente le stesse cose ma con un sistema di mascheratura meno potente. Dispone però di alcuni filtri one-touch di cui non potrei fare a meno.

- VividHDR: se imparate a scattare con vividHDR poi non userete più l’app fotocamera nativa del vostro smartphone. È in grado di migliorare dal punto di vista della luce anche la scena più sottoesposta. Io praticamente scatto sempre con questa app. Serve però un minimo di allenamento nel tenere mani ferme durante lo scatto.

- Golden Hour: è essenziale per sapere sempre dove e quando ci sarà la luce perfetta per i vostri scatti vacanzieri, che si tratti di semplici selfie o panorami mozzafiato. Consigliata per chi ama progettare i propri scatti.

- Hipstamatic: infine, non dimenticatevi che sarete in vacanza. Quindi se vorrete far riposare le dita senza impiegare ore a editare e a filtrare, vi consiglio di usare la sempre efficiente Hipstamatic che permette di ottenere foto dai toni di luce accattivanti senza perdere troppo tempo con i settaggi: impostate un rullino e un obiettivo e il gioco è fatto. Un solo consiglio: se condividerete poi le foto scattate con Hipsta su Instagram, ritagliate la foto (sempre in formato quadrato) al fine di eliminare le cornici introdotte dal famoso simulatore di lomo… su Instagram le foto incorniciate non vanno proprio!