Nasce la Instagramers Academy che il 25 luglio verrà inaugurata con una serie di workshop su Instagram, mobile photography e dintorni. Gia nelle prime ora dal suo annuncio sono andate bruciate le decine di posti disponibili previsti. L’organizzazione però ha deciso di riservare ai lettori di Leonardo fino a 30 posti gratuiti per i 6 workshop in programma (5 posti per workshop). Qui trovate i dettagli di date e location.

Per ottenere la registrazione ai workshop basta lasciare un commento con Facebook sotto a questo post e seguire la pagina Facebbok di Leo Hi tech. Invieremo tramite messaggio privato via Facebook i link e la password per completare la registrazione dando precedenza a chi commenta per primo e fino a esaurimento posti.

Io e Silvio Gulizia (capo redattore per Leo hi-tech) spesso abbiamo visioni divergenti e ci confrontiamo anche animatamente come avvenuto per un recente post. La cosa mi piace. Preferisco lo scontro costruttivo (quasi un ossimoro) all’apatico consenso.

Mesi fa ci siamo confrontati anche su un altro tema. Silvio sosteneva che InstagramersItalia.it, il sito degli appassionati di Instagram che abbracciano la filosofia di Phil Gonzalez il fondatore del network mondiale degli Instagramers, stesse diventando una sorta di vetrina per brand infarcito solo di locandine quadrate con i marchi in bella mostra e stesse perdendo il suo ruolo di mezzo di comunicazione di una community il cui intento è quello di promuovere la mobile photography e la condivisione di esperienze dell’ecosistema inventato da Kevin Systrom e Mike Krieger.

Per certi aspetti come non dargli torto. Io stesso che faccio parte del gruppo redazionale di InstagramersItalia.it e sono co-fondatore del gruppo Instagramers Friuli Venezia Giulia (la mia regione) stavo iniziando a trovare antipatico il fatto di contare più post riguardanti i contest sponsorizzati rispetto ai post di turorial, trucchi e consigli.

È vero però che anche un post che racconta di un foto-contest sponsorizzato capace di assegnare un interessante premio può e deve essere visto come un servizio utile al fruitore in quanto costui viene a conoscenza del contest proprio grazie alla visibilità conquistata negli anni da InstagramersItalia.it.

Abbiamo comunque fatto tesoro delle critiche arrivate dall’esterno e proprio per dare ordine ai contenuti e definire una linea editoriale coerente, da marzo di quest’anno ci siamo costituiti associazione ed abbiamo nominato un consiglio direttivo (di cui anch’io faccio parte) per vagliare i progetti migliori e per coordinarci al meglio nell’organizzazione degli eventi su tutto il territorio nazionale (e per quest’ultimo punto Instagramers Italia può beneficiare di comprovata esperienza).

Ecco allora che la Instagramers Italia Accademy nasce proprio con questo intento: portare sul territorio incontri che permettano agli appassionati di condividere esperienze, fare networking far nascere nuove amicizie o rendere reali quelle digitali nate tra persone a cui piace esprimersi tramite emozioni visive.