Una notizia a metà tra la curiosità tecnologica e il suggerimento diretto agli sviluppatori che la tecnologia la creano e la amano con passione. L’argomento del giorno è la pubblicità sui telefonini o meglio il mobile advertising. La pubblicità su mobile è cresciuta notevolmente, del 50 per cento soltanto nel 2011. Se fino all’anno scorso attorno all’advertising su telefono giravano circa 38 milioni di euro, adesso ci sono in ballo almeno 56 milioni di euro.

Si tratta del 5 per cento del totale del mercato della pubblicità su internet, insieme nel quale rientra anche questo tipo di advertising. Gli analisti avvertono: entro due anni ci potrebbe essere un ulteriore incremento fino al superamento della quota del 10 per cento.

Questo successo è dovuto al fatto che quasi una persona su due, si collega usando la banda larga. La percentuale prossima al 50 per cento, 42,5 per l’esattezza, si riferisce all’Italia, che supera la media europea ferma al 38,5 per cento.

Tutti i dati sono stati presentati durante un convegno interessante dedicato al Mobile marketing e sostenuto dall’Osservatorio Mobile Marketing del Politecnico di Milano. Lì il cellulare è stato censito tra gli strumenti necessari per le persone.

Oggi gli italiani sono riusciti a dimostrare passione per la tecnologia e amore per il mobile.