Quando Markus Persson ha bloccato la raccolta fondi per produrre un film indipendente ispirato a Minecraft su Kickstarter, non avevo dubbi che dietro ci fosse un interesse diverso dal semplice fatto che il regista non avesse chiesto un’autorizzazione esplicita al creatore del gioco. E, in fondo, penso che l’abbiate pensato anche voi: un lungometraggio sul videogame si farà davvero, ma sarà prodotto da Warner Bros. A svelarlo è lo stesso Persson che ieri ha pubblicato la notizia delle trattative in corso con la major su Twitter.

Continuo a pensare che un film su Minecraft sia una pessima idea: non vi nascondo che il videogioco lo detesto – perché su Raspberry Pi è riuscito ad annoiarmi in pochi minuti – ma non è questo il punto. Per quanto gli sceneggiatori hollywoodiani possano essere creativi, un lungometraggio del genere farebbe sbadigliare un insonne. Pensano di scritturare degli attori e ficcare loro in testa una scatola o di produrre un film d’animazione in 3D? Qualunque sia la risposta, io non pagherei per vederlo. Magari, altri potrebbero farlo.

Che siate degli estimatori di Minecraft al punto da sorbirvi un film del calibro di Spawn (fra le peggiori trasposizioni di fumetti al cinema) oppure no, io rifletterei sull’atteggiamento ambiguo di Persson. È lo stesso sviluppatore che sostiene di rendere open source il codice del videogame… appena smetterà di guadagnarci: una tesi che trovo molto offensiva. La possibilità di guadagnare col free software esiste e la versione gratuita di Minecraft per Raspberry Pi è stata un contentino, ma non ne abbraccia in toto la filosofia.

Photo Credit: Karen Roe via Photo Pin (CC)