Non è piaciuta a Markus Persson, il creatore del videogioco, la raccolta di fondi avviata da un regista indipendente su Kickstarter per produrre un film su Minecraft: Birth of Man è stato cancellato subito dalla piattaforma, in palese violazione del copyright. Non so cosa pensasse d’ottenere Brandon Laatsch – che ha pubblicato la campagna – con quest’iniziativa, però dubito che esistano dei margini affinché Mojang (la società che detiene i diritti del gioco) raggiunga un accordo per riaprire il fundraising e registrare il film.

Personalmente, non sono neppure affascinato dalla prospettiva d’un film del genere: ho potuto giocare gratis a Minecraft su Raspberry Pi e non ne sono stato entusiasta. Tu potresti non essere d’accordo e – per quanto a me non esaltino – i film sui videogame riscuotono sempre un discreto successo. Mi riferisco a produzioni milionarie, se non miliardarie, molto lontane dall’idea del regista indipendente che avrebbe voluto usare una tecnica “rivoluzionaria” coi PC al posto dei supercomputer per creare le animazioni tridimensionali.

Se non sei un appassionato di Minecraft, è probabile che della notizia in sé non possa importarti di meno. Tuttavia, io penso che riflettere su quanto accaduto possa esserti d’aiuto: se stai creando una app, evita di riproporre un’idea già avuta da qualcun altro. Se non ti chiami Mark Zuckerberg, è difficile che un plagio possa ripagarti e inviare pitch su alternative a Facebook sarebbe ridicolo (credimi, i venture capital ne ricevono quotidianamente). Piuttosto, proponi qualcosa che può sembrare del tutto inutile oppure folle.

Photo Credit: Andrew Beeston via Photo Pin (CC)