One è il gioiellino di OnePlus che, prodotto per e con CyanogenMod, s’inserisce direttamente fra i migliori smartphone di Android: hardware d’alto livello e un prezzo contenuto sono le caratteristiche principali del dispositivo, per il quale i produttori hanno davvero curato ogni singolo dettaglio. L’unico difetto di One potrebbe essere nelle dimensioni perché la superficie da 5,5″ lo fa somigliare a un phablet, ma al solito è una questione d’abitudini. Sarà presto distribuito anche in Italia a partire da 269€ in bianco o nero.

La variante bianca, più economica, monta 16Gb di memoria e quella nera – che costa 299€ – 64Gb. Entrambe integrano uno Snapdragon 801 con Adreno 330 e supportano la rete 4G/LTE: Bluetooth 4.1 completa un equipaggiamento d’alto livello. La fotocamera frontale è da 5Mpixel, mentre quella sul retro (che ha un doppio flash LED) arriva a 13Mpixel e registra i video in 4K. Il prezzo è incredibile, ma i primi cento fortunati disposti a distruggere il proprio smartphone possono avere One di OnePlus entro il 25 aprile, pagando appena $1.

Rispetto a N1, prodotto da Oppo, One di OnePlus sembra centrare l’obiettivo: proporre un’interfaccia personalizzata di CyanogenMod 11 – basato su Android 4.4 KitKat – su hardware d’alto livello. Le dimensioni e le caratteristiche ricordano un altro modello di Oppo, Find 5, però i componenti sono superiori. Dalle immagini del produttore è possibile intuire il supporto a Google Now quindi tutte le app di Google dovrebbero essere già installate sul dispositivo al pari di N1. Non so voi, ma io uno smartphone da distruggere ce l’ho.