Come vi ho raccontato ieri ho deciso di installare tutto ex novo sul mio nuovo MacBook Air. Dopo aver aggiustato i settaggi, secondo i suggerimenti che vi ho dato ieri, ora procedete a installare dal Mac App Store queste applicazioni gratuite:

Wunderlist: vi servirà a organizzare liste di cose da fare e potrete condividerle con altri. Io per esempio la uso per la lista della spesa. L’app è disponibile anche per iOS e Android.

Evernote: per organizzare i vostri appunti e specialmente se avete un progetto a cui lavorate è fondamentale. Se ancora non l’avete capita o vorreste usarla al meglio, nel link trovate consigli su come usare Evernote al massimo.

Calendar: vi permette di dare un colpo d’occhio al calendario attraverso un’icona nella menu bar. Utile per creare spazio nel dock.

Cappuccino: se collezionate valanghe di RSS da leggere.

Stuffit Expander: per aprire i file compressi.

Ora aprite Safari e scaricate Skype, iBackup di Grapefruit (vi permetterà di fare backup selettivi in maniera molto semplice), AppCleaner di Freemacsoft (vi aiuterà a rimuovere completamente un programma evitando che lasci sporcizia in giro), Seashore per editare le immagini (si tratta di una versione rivista e corrette di The Gimp), Bean, un word editor basilare che occupa poca memoria e Better Touch Tool per potenziare le gesture di trackpad e Magic Mouse.

Inserisco Dropbox fra le app grauite visto che potete raggiungere i 16 GB free con poca fatica.