Proprio stanotte sono arrivate alcune novità all’interno dell’ecosistema Windows Phone e ho avuto modo di discuterne con Marco Usai, tutto intento a provare la nuova applicazione nativa per YouTube. Successivamente ci siamo concentrati entrambi su Foursquare, che sembra essere un capolavoro, e alla quale infatti Marco ha dato il massimo dei voti.

La nuova interfaccia è graficamente piacevole, e come in tutti flavor per cui viene messa a disposizione, mantiene la caratteristica strabiliante di essere una GUI molto caratterizzante (colore blu dominante, diversa a suo modo da tutte le app di sistema) mentre allo stesso tempo, su tutte le piattaforme, Foursquare si presenta come un’applicazione integrata benissimo con le linee guida (HIG) di ognuna. Solo che la versione Android è banalmente più brutta rispetto alla versione per Windows Phone.

E attenzione: non lo dico perché sono un hater, o per qualche altro oscuro motivo: Android è il mio sistema operativo mobile preferito, quindi è un po’ un colpo al cuore trovarsi ad usare un’app con un’interfaccia non proprio “sexy” mentre la concorrente per Windows Phone mette a disposizione qualcosa di, se vogliamo, integrato meglio e sicuramente più accattivamente nell’aspetto.

Cosa vorrei che Foursquare facesse? Semplice: è arrivato il momento secondo me, di aggiornare ancora l’app per Android. Renderla più seducente, che faccia venire ancora di più voglia di usarla, e soprattutto che sia molto più aderente allo stile grafico Holo, la linea guida ufficiale per le applicazioni Android che ancora troppi developer si ostinano a snobbare. E badate bene: non è un problema solo di Foursquare. Dato che essenzialmente per molti il rispetto di Holo non rappresenta un discriminante valido per decidere se utilizzare o no un’applicazione, molti sviluppatori non pensano minimamente ad integrare il visual style della propria app con quello del sistema.

È un problema che, da quello che vedo, su piattaforme come Windows Phone si palesa molto poco, mentre su Android è secolare, e probabilmente è frutto di quella indiscriminata corsa ai numeri dei primi tempi di Google. Speriamo che nel prossimo futuro le cose migliorino. Più Holo per tutti, specialmente per Foursquare.

Peccato che i Lumia per molti siano un flop come riporta Silvio Gulizia, perché Windows Phone, secondo me, da questo punto di vista ha insegnato, e anche molto.

Photo credits: Nicola via photopin cc