Simplenote è un’app che uso forse dal primo giorno che ho avuto per le mani uno smartphone. Il motivo è semplice: né Android né iOS hanno mai avuto un’applicazione così semplice per prendere appunti e sincronizzarli con il desktop. Questo fino a poco tempo fa era possibile grazie alla web app o tramite app alternative che supportano il sync via Simplenote. Da pochi giorni è invece disponibile l’app per Mac, che è arrivata insieme al restyling dell’app per iOS 7 (ed è praticamente uguale alla versione per iPad). Operazione che ha rilanciato completamente l’app e che me l’ha fatta includere fra le app per completare iOS 7.

La nuova Simplenote ha rimosso quelle poche cose di contorno che erano inutili. Oggi l’app funziona praticamente sempre a schermo intero e su desktop ci da un assaggio del flat design che vedremo con l’update successivo a OS X Mavericks.

Simplenote Mac app

Detto che il nuovo design mette a Simplenote una marcia in più, il motivo che continua a farmela preferire alle note di Apple, che pure hanno subito un profondo rinnovamento, è la possibilità di utilizzare Textexpander, cosa più che mai utile se hai bisogno di prendere appunti in maniera veloce.

Altre caratteristiche molto utili dell’app sono:

  • Possibilità di condividere le note con altri utenti di Simplenote;
  • Inviare le note per mail;
  • Pubblicare le note su Internet;
  • Tornare alla versione precedente di una nota.