Se hai scelto di fare il freelance hai imboccato una strada che all’inizio ti apparirà impervia, ma che piano piano imparerai ad apprezzare. Tutto sta nell’organizzazione, del proprio tempo (a partire dalla quantità di sonno necessaria per essere produttivi) all’alimentazione alle app che si scelgono di usare per il proprio lavoro.

Ecco dunque la mia selezione di app per che sceglie di utilizzare i sistemi Apple che personalmente trovo i più adatti per questo tipo di mestiere.

Writing Kit

Permette di scrivere, navigare nel web, far di conto e cercare definizioni tutto nella stessa app. iPhone e iPad, se ne sente la mancanza sul desktop. Permette di esportare in markdown o html, archiviare i file su Dropbox e recuperare gli articoli salvati su Instapaper, ma non permette di salvare in doc. Se avete questa esigenza ripiegate su Pages. Writing Kit è una di quelle app che ti fa pensare che l’iPad sia più produttivo del computer.

Mailbox

Per il momento c’è solo l’app per iPhone, ma se ne comprendete il meccanismo potete utilizzare Gmail per arrivare all’inbox zero.

Sunrise

La migliore app per il calendario. Integra Google e Facebook e potete anche creare eventi.

Wunderlist

Consente di organizzare il proprio lavoro in liste di cose da fare con l’ausilio di super-liste che raggruppano le cose urgenti e quelle da fare nel giorno in cui l’usate. Potete infatti attribuire a ogni cosa da fare una deadline. iPhone, iPad e Mac.

Prismatic

Adeguatamente settata, è un’app che permette di avere un colpo d’occhio sulle novità del tuo settore. Può sostituire gli RSS, anche tramite la web app per desktop, ma per tenere sott’occhio cos’è stato pubblicato da fonti selezionate meglio puntare su Reeder.

Undrip

Vi consente di tenere d’occhio quello che viene maggiormente condiviso dai vostri amici e colleghi. Inoltre vi permette di creare una specie di blog con quello che condividete.

Tweetbot

Consente di utilizzare una lista al posto della vostra timeline di Twitter e se non fosse che è un’ottima app basterebbe questo. Su Mac la rimpiazzerei con TweeDeck, recentemente rinnovato e divenuto spettacolare.

Buffer

Permette di scadenzare i propri tweet, post su Facebook e LinkedIn e di postare su tutti e tre allo stesso tempo. È disponibile anche come web app e bookmarklet, davvero utilissimo.

Evernote

Quando dovete prendere una nota o mettere da parte del testo Evernote è la vostra app. Disponibile anche per il desktop.

Instapaper

Per mettere da parte articoli interessanti che non avete il tempo da leggere. Consente anche di archiviarli e dividerli in cartelle ed è integrato con le maggiori app. Se non volete pagare potete optare per Pocket, ma ricordatevi del pericolo delle app gratuite.

Dropbox

Archiviare i documenti di lavoro e averli sempre a portata di mano è un’ottima idea. Inoltre potete usarlo anche per le foto, benché da questo punto di vista sia ancora limitato.

Google Drive

Ora che permette anche di editare i documenti è un ottimo strumento per quando dovete collaborare con qualcuno.

Filterstorm

È una delle migliori app per il fotoritocco e nello specifico permette di ritagliare e ridimensionare le foto per poi pubblicarle (nel link sopra l’ottima guida di Gianpiero Riva).

WordPress

Se usate WordPress, l’app originale è utile per pubblicare i post, ma non per scriverli.

Blogpress

Funziona per quasi qualunque tipo di blog, ma sempre limitatamente alla pubblicazione e non all’editing per cui vi consiglio di restare con Writing Kit. Per il desktop suggerisco Marsedit, essenziale, ma fondamentale per chi scrive su diverse piattaforme,

photo credit: nooccar via photopin cc