Avere il pollice verde è spesso un toccasana per la salute e per trovare un po’ di spazio per stare con sé stessi, rilassarsi, e prendersi cura delle piante, piante a cui a volte ci si affeziona come a persone vere. Non tutti però, e mi ci metto in prima fila, sono portati per il giardinaggio, e capita di dimenticare di annaffiare una pianta, o per contro, di darle troppa acqua tutta in una volta, con il risultato medesimo, la pianta che rischia di morire e la richiesta di aiuto a qualcuno che se ne intende più di noi.

A dare una mano agli appassionati ma non proprio portati, ora ci pensa MyPlants. L’app è da qualche giorno in evidenza su App Store tra le migliori app, ed è l’ideale anche per tutti coloro che, per esempio, vogliono tenere delle piante in ufficio, ma dimenticano o non sanno quando annaffiarle. Allo stesso tempo è anche pensata per chi tiene fiori e piante in ambiente domestico, ricordandoci con dei promemoria quando prenderci cura delle stesse.

L’interfaccia dell’app è molto semplice ed intuitiva, e permette di compiere diverse azioni, tra cui la ricerca delle piante per nome comune o scientifico, con le schede dettagliate e con fotografia di oltre 250 piante. MyPlants è, insomma, un’app per la gestione e la cura programmatica delle proprie piante. Ci ricorda e suggerisce quando annaffiare e concimarle, secondo i bisogni di ognuna, ed i promemoria possono inoltre anche essere rimandati.

Segui Andrea Careddu su Google Plus Twitter