Se sentite la necessità di avere un’app migliore per consultare le vostre email on the go, mettetevi in coda. Da ieri sera è infatti disponibile Mailbox per iPhone, un’applicazione annunciata qualche qualche settimana fa. Gli sviluppatori sono gli stessi di Orchestra To Do, un’app simile a Wunderlist che permette inoltre di organizzare i propri task creando liste e anche inviandosi mail. Nei prossimi giorni la proverò e vi saprò dire di più. Davanti a me in attesa di attivazione ci sono oltre 50 mila persone, ma la cosa notevole è che da ieri sera dietro di me si è creata una coda di oltre 420 mila aspiranti utenti. Per richiedere un invito basta scaricare l’app, che è gratuita, e mettersi in lista.
Proprio dall’uso sfrenato che la gente faceva dell’opzione crea task inviando una mail di Orchestra To Do è nata Mailbox, un client per Gmail che permette di spostare dall’inbox le mail archiviandole sotto un’altra cartella/etichetta e automaticamente richiamandole a un’ora stabilita o dopo un periodo di tempo a nostra scelta.
Mailbox prende il meglio di Orchestra To Do, Sparrow (altro celebre client per Gmail) e l’app mail di Apple. Gli scambi di email con i nostri contatti sono organizzati come fossero di messaggi, così da avere sempre sott’occhio la corrispondenza. Questo avviene grazie a un algoritmo che recupera dai server solo il testo della mail, alleggerendo così il messaggio e rendendo più veloce il download delle mail. Pare però che per ora la funziona sia ottimizzata solo per l’inglese, ma proprio questa è una di quelle cose da testare.
Ribadendo il concetto che le app gratuite possono essere pericolose, sottolineo che in questo caso l’obiettivo di Orchestra è di fornire un profilo base gratuito e vendere account premium, come Dropbox ed Evernote, i modelli di riferimento.
Una delle cose che mi attira di Mailbox è la possibilità di gestire le mail con un semplice swipe: breve archivia, più lungo cancella e nel senso opposto la schedula come una cosa da fare o permette di spostarla in una cartella.
Nei prossimi mesi dovrebbero arrivare le versione per iPad e Mac. Oltre al perfezionamento di questa, che manca di alcune feature come la possibilità di cancella più mail contemporaneamente, mentre permette di allegare foto in maniera semplice.