Il rilascio di Windows 8.1.1 è una questione di settimane, al punto che i produttori hanno già ricevuto l’aggiornamento e alcuni utenti – a ridosso del weekend – sono riusciti ad averlo con un tweak al registro di sistema. A quanto pare, Microsoft ha mantenuto tutte le promesse: emerge una migliore integrazione fra le due anime, touch e desktop, che ha soddisfatto i leaker. Ciò non toglie che chi preferiva Windows 7 potrebbe continuare a detestare la nuova interfaccia, ma io penso che un maggiore equilibrio possa essere vincente.

Restare ancorati al passato del sistema operativo è un errore. Ne ho avuto la conferma nel fine settimana, quando – lavorando a un progetto di design – ho potuto sdoppiare lo schermo e mantenere aperte contemporaneamente una app e il desktop. Questa funzione non è impeccabile, perché senza il touch sono stato costretto a usare dei tasti di scelta rapida per attivarla: nulla di trascendentale, ma avrei potuto usare il mouse com’è previsto in fase di disattivazione. Un aspetto migliorabile, che potrebbe arrivare con Windows 8.1.1.

In realtà, Microsoft è molto furba perché – pur di venderti anche mouse e tastiera – la soluzione più rapida al mio problema sarebbe quella d’usare Sculpt Confort che prevede le stesse gestualità del touch. Quindi sarebbe già possibile risolvere (almeno, in parte) lo squilibrio fra le due interfacce di Windows 8: la sfida è rendere questi aggiustamenti accessibili a chiunque e con qualunque dispositivo d’immissione. L’aggiornamento sarà la soluzione definitiva? Io aspetterei comunque il rilascio di Windows 9, ma sono fiducioso.

photo credit: Rodrigo Ghedin via photopin cc