Gadget gadget gadget mi sembra di sentir gridare dalle parti di Redmond. Dopo la nuova Xbox e il doppio Surface pare infatti che Microsoft si stia evolvendo in una direzione molto simile a quella intrapresa da Apple. O almeno è così che io leggo l’interesse del colosso americano nell’acquisizione degli asset digitali di Nook Media, la società che fa capo a Barnes & Noble e altri investitori e che procure fra le altre cose il Nook, reader e tablet.

Secondo quanto riportato da TechCrunch Steve Ballmer starebbe per offrire un miliardo di dollari per l’intero pacchetto. Nell’offerta commerciale di Microsoft quello che manca, a questo punto, è proprio l’e-reader, se diamo per assodato che l’ultrabook a Redmond interessi poco.

Giusto ieri noi come tanti altri abbiamo ipotizzato l’arrivo di un Surface mini sulla scia delle novità che dovrebbero essere presenti in Windows Blue. Ipotizzare una versione ad hoc del sistema operativo di Microsoft per e-reader non è un azzardo. Attualmente Nook utilizza Android, ma è previsto un cambiamento per fine anno. Microsoft per altro è già azionista di Nook Media, che a sua volta distribuisce contenuti multimediali per Windows 8.

Se tanto mi da tanto, Microsoft sta affrontando una transizione che sarà compiuta solo verso la fine del decennio. Si tratta di una strategia che la potrebbe portare a garantirsi altri venti anni di relativa tranquillità, specie se Apple continuerà a viaggiare con il freno a mano tirato come sta facendo da un po’ (aspettiamo però di vedere cosa combina Jony Ive).