Oggi, come anticipato da Federico Moretti, si è tenuto a New York l’evento di presentazione del nuovo Surface. La nuova gamma di dispositivi Microsoft è pronta a mettere la parola fine con la precedente serie e cominciare un nuovo ciclo.

Come nella precedente serie, il Surface 2 è disponibile in due versioni: una “classica” e una Pro. A presentare i due dispositivi non c’era Steve Ballmer bensì, Panos Pany vicepresidente di Microsoft che ha definito il classico come il “tablet più produttivo” e la versione Pro come il tablet più professionale e potente.

Il Surface 2 monta un processore NVIDIA Tegra 4, un display ClearType HD, una nuova e maggiorata batteria che dovrebbe garantire dieci ore di lavoro continuato, una porta USB 3.0, 200 GB di storage cloud offerto da SkyDrive e un anno di chiamate gratuite illimitate su Skype.

Il Surface 2 Pro monta una CPU Intel Haswell i5, una batteria maggiorata che ora garantisce una durata del 75%, storage interno fino a 512 GB di SSD e, come il modello base, anche qua è disponibile un anno di chiamate gratuite e illimitate su Skype.

Interessanti i prezzi dei due. Il Surface 2 e il Surface 2 Pro verranno venduti a partire dal prossimo 22 Ottobre rispettivamente a 439 e 889 euro.

Questa volta Microsoft ha deciso di puntare forte sugli accessori, come Cover Touch 2 un nuovo gadget che funge sia da tastiera che da cover, la nuova Type Cover con tasti retroilluminati e una docking station apposita.

Sono fiducioso. Ho provato di recente il primo Surface e ne sono rimasto un po’ deluso. Ma vedendo questi nuovi dispositivi e sopratutto Windows 8.1 RT che è cresciuto parecchio e comincia ad ottenere sempre più app ma sopratutto mi sembra di essere davanti a una storia simile a quella di Xbox, partita maluccio e poi ha raddrizzato il tiro. Secondo me questa volta ne vedremo delle belle.