Microsoft s’appresta a presentare due nuovi tablet, non soltanto uno, all’evento che introdurrà Surface Mini il prossimo 20 maggio: il rumor arriva direttamente dal produttore, che già fornisce i processori di tutti i modelli in distribuzione. La variante da sette od otto pollici dovrebbe montare un chip creato da Qualcomm, ma uscirà un secondo dispositivo con Haswell di Intel che per il momento è installato su Surface 2 Pro come Core i5. Cosa significa? Probabilmente, che Windows 8.1 avrà anche una terza generazione di tablet.

La prima generazione di Surface è stata presentata per l’uscita di Windows 8, la seconda con Windows 8.1 e la terza potrebbe sostenere la distribuzione dell’aggiornamento pubblicato col BUILD 2014. Ancora due tablet, quindi: uno per ognuna delle varianti del sistema operativo. In agosto dovrebbe ritornare pure il tasto Start – quello vero, non quello appena reintrodotto – e la data potrebbe coincidere con la disponibilità dei device sugli scaffali dei negozi. Serve davvero aggiornare la gamma o è troppo presto per altri Surface?

Surface 2 Pro è un ottimo dispositivo e io non vedo la necessità di proporne subito il successore, considerato che ad oggi non è stata proposta una revisione tanto significativa di Haswell. Ciò mi porta a dubitare delle indiscrezioni, mentre l’uscita di Surface Mini è praticamente scontata. Ritengo più probabile che Microsoft presenti una variante che supporti 4G/LTE dello stesso tablet, già sui listini di Verizon e Vodafone, magari con un più potente Core i7. Un aggiornamento minore, per così dire, anziché una novità assoluta.

photo credit: Janitors via photopin cc