La FCC (Federal Communications Commission) statunitense ha appena approvato una versione di Surface 2 – il nuovo tablet che Microsoft ha equipaggiato con Windows 8.1 RT su ARM – che prevedere la connettività LTE: il dispositivo dovrebbe essere distribuito da AT&T negli Stati Uniti e da Vodafone in Europa. Penso che sia una buona notizia, specie considerando l’assenza pressoché totale di offerte per il tethering dagli operatori attivi nel nostro Paese. Non lo è tanto per il 4G, dalla copertura minima in Italia, quanto per il 3G.

Sono certo che, come me, vivi quotidianamente il problema del WiFi: è frustrante che non sia presente o non funzioni — quando passeggi per le vie della tua città, come agli eventi cui partecipi. Sono sempre di più gli esercizi locali che lo prevedono, ma dubito che tu riesca ad avere una copertura efficiente ovunque ti trovi. Ahimè, l’uso dei dati mobili è ancora la soluzione migliore… e disporre di LTE rende molto più appetibile un Surface 2 all’acquisto. A me quel tablet piace molto, soprattutto per gli accessori in dotazione.

Ho qualche dubbio sulla scelta della variante: perché non implementare LTE in Surface 2 Pro, che installa la versione completa del sistema operativo? Windows 8.1 RT è tuttora una pessima piattaforma, non del tutto a causa di Microsoft, e attendere l’uscita di Windows 9 potrebbe essere la scelta migliore per te. Il problema è che l’aggiornamento non uscirà prima del 2015 quando probabilmente i tablet subiranno un ulteriore restyling. Non è proprio un grande tempismo, specie perché il Nokia 2520 ha già il 4G e puoi averlo subito.