Microsoft ha ufficialmente rilasciato la nuova suite Office 2016 per Mac, disponibile per tutti coloro che hanno sottoscritto un abbonamento a Office 365. A distanza di cinque anni, l’azienda di Redmond rinnova la propria suite di produttività apportando importanti cambiamenti e adeguandosi anche all’interfaccia grafica del sistema operativo OS X.

Office 2016 per Mac è disponibile in 139 paesi, in 16 lingue e porta con sé moltissime novità. Composta dai programmi Word, Excel, PowerPoint, Outlook e OneNote, Office 2016 per Mac cerca di offrire la miglior esperienza possibile in termini di produttività, grazie a un design molto simile alle versioni su disponibili su iPad e PC.

La principale novità di Office 2016 per Mac riguarda il supporto allo storage cloud di OneDrive. Così facendo, gli utenti potranno accedere direttamente ai documenti più recenti e vedere le modifiche apportate tramite tablet, smartphone o PC Windows. Allo stesso tempo, l’azienda di Redmond ha introdotto il supporto editing multi-utente, come già avviene su Google Drive e i principali servizi cloud. Microsoft ha aggiunto e aggiornato alcune scorciatoie esistenti, con l’obiettivo di renderle più simili a quelle attualmente disponibili in ambiente Windows.

Analizzando le singole app, scopriamo come Word sia stato rivisto per rendere più facile la creazione di documenti e la funzionalità di collaborazione sullo stesso documento. Excel per Mac permette di creare fogli di calcolo più velocemente, grazie al completamento automatico, nuove scorciatoie e alla rinnovata gestione delle formule. Le applicazioni PowerPoint e Outlook sono state ripensate e adesso risultano essere più semplici e immediate.

Ricordiamo, infine, che il nuovo Office 2016 per Mac è disponibile a partire da oggi per tutti coloro che hanno sottoscritto un abbonamento Office 365. Se, invece, siete interessati ad acquistare la suite come prodotto “standalone” sarà necessario aspettare qualche settimana in più visto che il debutto ufficiale è programmato per il mese di settembre.