Anche Microsoft punta a voler realizzare un dispositivo pieghevole. La casa di Redmond, infatti, ha depositato un brevetto che mostra un progetto molto interessante strettamente legato ai display flessibili che potrebbero rappresentare, tra non molto, il futuro dei dispositivi mobile. I disegni allegati al brevetto di Microsoft parlano molto chiaro. Quello che si vede un dispositivo 2-in-1 che si può chiudere o aprire grazie alla presenza di una cerniera. Una volta chiuso, questo ipotetico dispositivo Microsoft avrebbe le dimensioni di uno smartphone, ma da aperto diventerebbe una sorta di mini tablet pc.

Una volta aperto, dunque, questo prodotto offrirebbe agli utenti una maggiore superficie touch in grado di consentire tutte le normali possibilità d’interazione possibili su tutti i tablet pc. Nei disegni, Microsoft ipotizza che questo dispositivo possa dividersi anche in più parti sempre grazie all’ausilio di speciali cerniere.

Dunque, l’ipotetico 2-in-1 pieghevole della casa di Redmond potrebbe disporre di più facce touch in grado di renderlo ancora più grande. Trattasi, ovviamente, di un brevetto, dunque, un’idea di Microsoft e non di un progetto vere e proprio. Tuttavia è noto come la casa di Redmond stia puntando su Continuum, una soluzione di Windows 10 Mobile che trasforma uno smartphone in un PC vero e proprio una volta collegato ad un mouse ed ad una tastiera.

Non sarebbe, quindi, strano se in futuro Microsoft volesse proporre uno smartphone in grado di diventare davvero un mini PC grazie all’aumento delle dimensioni dello schermo. Magari il Surface del futuro sarà proprio così.