Microsoft ha deciso di tagliare lo spazio offerto per gli abbonamenti alla piattaforma cloud OneDrive. A partire da oggi, gli utenti potranno godere di solamente 5 GB di spazio gratuito, mentre per quanto riguarda gli abbonati a Office 365 il limite dello spazio illimitato è stato abbandonato.

L’azienda di Redmond ha deciso di applicare tagli per quanto riguarda lo spazio cloud offerto su OneDrive. Le nuove policy di utilizzo avranno forti ripercussioni sia sugli utenti consumer che su quelli business. In particolare, coloro che hanno sottoscritto i piani Office 365 Home, Personal e Università non avranno più spazio illimitato sul cloud, bensì fino a un massimo di 1TB di spazio online.

Per quanto riguarda OneDrive versione base, lo spazio gratuito offerto calerà da 15 a 5GB, sia per i nuovi che i vecchi iscritti. Non solo, anche il bonus dei 15GB aggiuntivi per coloro che attivano il backup automatico delle foto verrà eliminato. Inoltre, i piani da 100 e 200GB verranno sostituiti con un piano da 50GB al prezzo di 1,99 dollari al mese.

Tutte queste modifiche verranno applicate a partire del 2016, mentre la scelta di ridurre lo spazio cloud offerto sembra essere dovuta all’utilizzo improprio della piattaforma effettuato da alcuni utenti.

Microsoft, infatti, ha sottolineato il fatto che con lo spazio cloud illimitato abbinato al piano Office 365 alcuni utenti hanno generato un elevato traffico a causa di oltre 75TB di spazio utilizzato per archiviare intere collezioni di film e molto altro ancora.

Quindi, per facilitare la migrazione dei dati, Microsoft avviserà nelle prossime settimane tutti gli utenti Office 365 che hanno salvato oltre 1TB di dati della riduzione di spazio, anche se i dati rimarranno accessibili per altri 12 mesi.

Per quanto riguarda gli utenti con account gratuito, anch’essi verranno avvisati e potranno accedere ai dati fino a 12 mesi dall’entrata in esecuzione delle modifiche. Infine, coloro che hanno un piano da 100 o 200GB non verranno toccati dalle modifiche.