Microsoft ha ricevuto il via libera dalla Commissione Europea per concludere l’acquisizione di LinkedIn. Lo scorso giugno, la casa di Redmond annunciò l’operazione di acquisto del social network per i professionisti, un progetto industriale molto interessante e con ampie prospettive per il futuro. Tuttavia, come sottolineò la stessa Microsoft, per finalizzare l’operazione dovevano arrivare i via libera delle Authority. Dopo aver incassato il nulla osta da molti paesi, è arrivato, adesso, il disco verde anche dall’Unione Europea. L’acquisto di LinkedIn, dunque, potrà chiudersi entro la fine dell’anno, proprio come da piani originali.

La casa di Redmond sottolinea il proficuo scambio di opinioni con la Commissione Europea che ha portato a questo risultato. Ovviamente, per ricevere disco verde, Microsoft ha dovuto garantire alcune cose per bilanciare il mercato dei social network professionali ed evitare che LinkedIn assumesse in un colpo solo una posizione di netto vantaggio rispetto agli altri.

In particolare, la casa di Redmond, per i prossimi 5 anni dovrà rispettare alcune condizioni. Innanzitutto dovrà garantire ai social network professionali di terze parti la possibilità di poter continuare ad accedere al programma Office Add-Ins. In secondo luogo, dovrà continuare ad offrire opportunità anche all’interno di Office Store sempre ai social network concorrenti. Gli amministratori IT potranno decidere se visualizzare oppure no i profili di LinkedIn all’interno degli account aziendali. I produttori potranno decidere se installare oppure no l’applicazione per Windows di LinkedIn. App che gli utenti potranno decidere di rimuovere senza problemi.

Infine, Microosft non potrà stringere accordi con i produttori dei PC per precaricare l’app di LinkedIn che porterebbe ad un importante vantaggio rispetto alla concorrenza. Tutti questi impegni valgono per il mercato europeo.

Grazie al via libera dato dalla Commissione Europea, adesso Microsoft potrà lavorare con LinkedIn per offrire alle persone servizi professionali di valore aggiunto in grado di esaltare le competenze lavorative degli iscritti.