Non proprio uno smartwatch, ma un fitness tracker dotato d’orologio: queste sono le ultime indiscrezioni sul prodotto che Microsoft potrebbe presentare in ottobre come iWatch. I rumor sono fondati – a prescindere dalla fonte anonima – perché Redmond propone già una solida infrastruttura per il monitoraggio della salute e dell’attività sportiva. È HealthVault che abbiamo recensito nei giorni scorsi, dalla quale Apple ha preso ispirazione per offrire Health e HealthKit su iOS 8 alla WWDC 2014. Resta da capire quale sarà il brand.

Microsoft potrebbe affidare la produzione a Nokia e vendere lo smartwatch come un Lumia oppure presentarlo nella gamma di Surface. Confermata, invece, la compatibilità con iPhone e Android: non sarà un gadget esclusivo per Windows Phone 8.1 — che ne restringerebbe il mercato. Il prezzo sarebbe allineato a quello di Gear Fit, prodotto da Samsung, e l’uscita nei negozi è programmata per l’ultimo trimestre dell’anno: quanto inciderà la concomitanza con la presentazione di iWatch? Può essere deleteria per le vendite del dispositivo.

Nonostante i primi prototipi di smartwatch, esattamente come quelli di smartphone, siano stati concepiti proprio da Microsoft – che nel 2004 ha inaugurato il progetto SPOT (Smart Personal Object Technology) – l’attenzione della stampa e dei consumatori è tutta per iWatch. Le caratteristiche sembrano molto simili: l’unica differenza è nella compatibilità esclusiva con iPhone del prodotto di Apple. Google ha LG, Motorola e Samsung attivi con Android Wear e la competizione sarà serrata. A favore di Cupertino, stando alle tendenze.

photo credit: mastermaq via photopin cc