Durante una raccolta fondi tenutasi ad Harvard – dove Bill Gates è di casa – il papà di Windows ha rivelato un dettaglio sulla storia di uno dei più famosi comandi della storia, il leggendario CTRL+ALT+CANC.

Gli utenti Windows sanno benissimo di cosa si tratta, e forse anche gli altri: in caso di blocco delle applicazioni, del sistema o di qualunque altra cosa, il comando apre il Task Manager che permette di gestire le applicazioni in esecuzione, e se il blocco non è del tutto irrecuperabile è possibile chiudere l’applicazione che dà problemi, riavviare o arrestare il sistema, cambiare utente, controllare le performance del computer, ecc, tutte cose aggiunte mano a mano in ogni versione successiva di Windows.
Se invece ricordate addirittura i tempi del DOS, CTRL+ALT+CANC serviva semplicemente a riavviare il sistema.

Un vero pezzo di storia dell’informatica, insomma, ma perché sarebbe un errore?
La combinazione di tasti, ha spiegato lo zio Bill alla platea di Harvard, era stata pensata per impedire ad altre applicazioni (o virus, chissà) di simulare l’accesso ‘umano’, rubando magari le password dei vari profili utente di Windows, appunto disponibili nel task manager.
Quello che aveva in mente fin dall’inizio la Microsoft, però, era di avere un tasto dedicato a questo tipo di cose, tipo ESC, per intenderci, ma il design delle tastiere IBM non glielo ha reso possibile, e così Bill Gates ha dovuto ripiegare sull’arcinota combinazione di tasti.

Ora, forse non sarò stato il solo a pensarlo, ma diciamocelo: errore un cavolo. In tempi di blocchi, bug e schermate blu (oggi Windows funziona bene, ma ci ha fatto soffrire, eh), il CTRL+ALT+CANC era l’unica garanzia. Se volessimo usare un termine colto, era il deus ex machina di Windows: quando c’era un problema e il fato si accaniva sui nostri pc, l’intervento del CTRL+ALT+CANC risolveva tutto e riportava la pace.

Bill Gates forse è troppo nerd per capire il fascino di quella combinazione di tasti (e forse la Microsoft ha paura di ammettere che gli utenti un po’ si sono affezionati, ai bug e alle schermate blu), ma credo di parlare a nome di tutti gli utenti Windows, che per colpa dei blocchi mi hanno nominato invano diverse volte, se dico: Dio benedica il CTRL+ALT+CANC.

[DIVERTENTE E UTILE: le 10 regole del successo di Bill Gates]