Microsoft dà il via ad una nuova iniziativa, denominata Microsoft Educator Grant, dedicata al mondo universitario e che permette a studenti e professori di sfruttare le risorse messa in campo da Microsoft Azure, piattaforma di cloud computing lanciata nel febbraio 2010 dal gruppo di Redmond.

Nella cornice dell’impegno di Microsoft a supporto della formazione – si legge nel comunicato stampa – il programma Microsoft Educator Grant nasce con l’obiettivo di dare ai professori e agli studenti nel contesto universitario l’opportunità di sfruttare tutti i vantaggi di Microsoft Azure, usufruendo, in ambito didattico, di una piattaforma di servizi cloud avanzata come quelle utilizzate dalle grandi aziende.

Docenti e studenti avranno modo di cavalcare tutte le potenzialità di Microsoft Azure per ottimizzare le lezioni e lavorare in collaborazione potendo realizzare, implementare e gestire applicazioni in modo sicuro e flessibile, trasformando le aule universitarie in veri e propri laboratori dove sviluppare le competenze più utili ad approcciare il mondo del lavoro.

Grazie a questa iniziativa, studenti e professori che inseriscono Azure nel programma di studi, potranno usufruire per un anno dei servizi cloud di Microsoft Azure gratuitamente, all’interno di specifici corsi universitari per cui sia fatta richiesta.

Ecco, di seguito, e nel concreto, le possibilità offerte a docenti e alunni:

- I professori responsabili dei corsi avranno a disposizione un account del valore di $250 al mese per 12 mesi

- Gli studenti che partecipano al corso riceveranno un account del valore di $100 al mese per 6 mesi.

L’utilizzo gratuito sarà reso disponibile (esclusivamente per finalità didattiche) all’interno delle facoltà universitarie riconosciute, che dovranno fare una o più richieste sulla base del numero dei corsi per i quali intendono ricevere i pass.