L’appuntamento E3 di giugno per Microsoft potrebbe essere all’insegna di interessanti novità. La casa di Redmond sarebbe, infatti, sul punto di presentare 3 nuovi dispositivi. Secondo il giornalista americano Brad Sams ad E3 la casa di Redmond presenterà due particolari prodotti legati all’intrattenimento ed allo streaming. Il primo dovrebbe essere un dongle HDMI che assomiglierebbe molto a Chromecast. Questo dispositivo dovrebbe collegarsi ai TV di casa per trasmettere in streaming il segnale video dell’Xbox One consentendo agli utenti di poter giocare su tutte le TV di casa senza dover spostare fisicamente la console. Concettualmente assomiglia molto allo streaming dei giochi di Windows 10.

Il secondo dispositivo è stato identificato come una sorta di “Xbox TV“. Secondo quanto riportano le fonti, dovrebbe trattarsi di una mini console basica senza disco fisso in grado di eseguire le applicazioni dell’ecosistema Xbox One. Gli utenti potranno, quindi, collegarla ad ogni TV di casa per approfittare di servizi di valore aggiunto come Netflix e Sky Online, per esempio. Inoltre, Xbox TV disporrebbe del supporto allo streaming dei giochi consentendo agli utenti di poter giocare su ogni TV di casa.

Entrambi questi due dispositivi sono in grado di portare i vantaggi dell’Xbox One come centro di gioco o come mediacenter su tutte le TV di casa.

Secondo il blog americano Kotaku, le cui anticipazioni sono state confermate anche da altre fonti, ad E3 Microsoft porterà anche una console più piccola ed economica dell’attuale Xbox One. Dovrebbe trattarsi, probabilmente, del tanto atteso modello slim con 2 TB di disco fisso. Inoltre, la casa di Redmond starebbe portando avanti lo sviluppo di una nuova e più potente console che debutterebbe nel 2017 e che sarebbe in grado di supportare il 4K ed i visori per la realtà virtuale come Oculus Rift e HTC Vive. Il nome in codice della console sarebbe “Scorpio”. Queste due nuove console rientrerebbero nel progetto “Project Helix“ che vede la casa di Redmond far convergere sempre di più i prodotti del gaming verso l’ecosistema Windows 10 e programmare lanci di nuovi hardware con maggiore frequenza.

Nuove console potrebbero arrivare, dunque, ogni 2-3 anni ma i giochi saranno sempre resi compatibili con tutti gli hardware.

Trattasi, comunque, di speculazioni. Tutti i dubbi saranno chiariti, comunque, tra qualche settimana.